Programma culturale

Fiera del libro | Incontri con autori | Aperitivi letterari | Reading | Laboratori | Installazioni | Comics & Games | Live music

Event Info

20 Maggio 2018
10.00
Taurianova

domenica 20 maggio 2018

  • Ore 10:00
    Presentazione del libro di Carlo Minervini a cura di Alaska associazione di promozione culturale

    ComeTe, Falco Editore

    Conversa con l’autore Bruna Larosa, giornalista


    In questo libro il tema del viaggio diventa estensione della memoria, della conoscenza storico-artistica, dei miti, delle leggende dei territori. La narrazione si sviluppa attraverso la voce del giovane protagonista, il cui nome non viene mai pronunciato. Per tutta la vita ha collezionato roba: tappi di biberon, corde di violino, ultima parola di ogni libro letto, voci. Poi ha iniziato a collezionare dediche. Ha trascorso anni tra rigattieri e bancarelle di libri usati per acquistare libri che contenessero una dedica. Da ogni dedica costruiva una storia. Al termine di una passione, andava oltre. Sempre un attimo prima di far diventare il collezionismo un’ossessione. Un giorno, però, fu colto dalla malattia dei luoghi. Sindrome di Gerusalemme, pare si chiami. Il viaggio porterà il protagonista, tra miti e leggende, attraverso una narrazione immaginifica, a scoprire luoghi impervi e sconosciuti.

    Racchiuso in una cornice di viaggio, il libro racconta, romanzandoli, miti, leggende e storia antica di una Calabria incantata: da Scilla a Crotone, daKaulon, Catanzaro, a Scolacium, ai brettii, all’esilio di Pavese a Brancaleone, al ponte del diavolo di Civita, ai misteri di Rossano e Sibari, alla bellezza di Cilla di San Lucido.

    Temi e memorie che si intrecciano e divengono un affresco della bellezza e della dannazione che avvolgono questa regione che ebbe merito di dare nome all’Italia.

    Carlo Minervini
    Carlo Minervini è giornalista e cultore della materia in Letteratura Italiana presso l’università della Calabria. Dal 2002 scrive per il quotidiano Gazzetta del Sud. È stato autore e conduttore della trasmis­sione televisiva culturale In punta di penna e collabora attualmente alla rivista del pro­gramma di Rai Due Voyager. Ha insegnato Storia e Letteratura negli Istituti Superiori. Ama la bellezza in tutte le sue forme e crede che le domande siano più impor­tanti delle risposte. Ma non ne è comple­tamente certo. ComeTe è il suo primo romanzo.

    Bruna Larosa
    Bruna Larosa, classe 1986, giornalista pubblicista dall’aprile del 2011, scrive su giornali e riviste da quando aveva 19 anni. Direttrice della rivista culturale Klichè, volto televisivo per l’emittente calabrese MetroTv con “La rosa dei venti”, un programma sul turismo culturale ideato e condotto da lei stessa, ha anche vinto un premio giornalistico nazionale dal titolo “La voce della bellezza”.

    Ha conseguito il titolo di dottoressa magistrale in Scienze Politiche presso l’Università della Calabria con il massimo dei voti, con una tesi di laurea incentrata sulla comunicazione pubblica e istituzionale: Amministrazioni friendly, cambiamento e comunicazione pubblica. Ha lavorato presso l’Ufficio Stampa dell’Unicef Italia e nel 2012 ha vinto una borsa di studio con il Progetto Leonardo To Restart trascorrendo un periodo di tempo in Inghilterra.